Il caffè

Ti raccontiamo il caffè

I benefici del caffè

il caffè è in assoluto una delle sostanze più studiate degli ultimi due secoli.
Non esiste nessun dato scientifico che esso faccia male. Tante ricerche dimostrano invece gli effetti benefici del caffè e del suo principale composto attivo: la caffeina.
Nel 1500 i saggi Sufi yemeniti bevevano caffè per tenersi svegli durante le preghiere. Nel 1600, il caffè si diffonde finalmente in Europa e viene considerato quasi come un medicinale. Agli inizi dell’800 in Germania, il giovane medico Ferdinand Runge, motivato da un incontro con Johann Wolfgang Goethe, scopre la caffeina. Si rende conto che essa stimola il sistema nervoso centrale, tiene desta l’attenzione e alto l’umore, inoltre aiuta la respirazione e la digestione attenuando il senso di fame.

Molti studi affermano che il caffè allevia i sintomi dell’emicrania.
Studi più recenti hanno stabilito che in dosi ragionevoli il caffè non disturba il sonno né fa male al cuore, può anzi coadiuvare l’azione preventiva di alcune importanti patologie (morbo di Alzheimer e morbo di Parkinson).
Inoltre il caffè contiene sostanze antiossidanti che contribuiscono ad eliminare i radicali liberi. Inoltre è bene ricordare che l'espresso, che tutti credono sia un concentrato puro di caffeina, in realtà ne ha un bassissimo contenuto, unendo così il maggior gusto ad una piccolissima dose di caffeina.
Tra le miscele, quelle con il 100% di pura Arabica hanno un tenore medio di caffeina intorno all’1,3%, contro quasi il doppio delle miscele di Robusta.

Piccoli tips


  • caffeina

    La caffeina

    La caffeina è insapore, si percepisce solo un pizzico di amarezza.
    Al microscopio appare in forma di cristalli prismatici lunghi, flessibili, dai contorni irregolari. Si trova nel caffè, nel tè, nel tè verde, nel cioccolato, nelle bibite a base di cola, nel guaranà e nel mate, ricavato da arbusti originari del Sud America.

    kopi

    Il caffè più pregiato del mondo

    Il caffè più pregiato del mondo si produce in Indonesia ed il suo nome è "Kopi Luwak"

    caffe sospeso

    Il caffè sospeso

    Nasce a Napoli ai primi del novecento la tradizione del caffè sospeso. I clienti più abbienti che si recavano al bar al momento del conto pagavano due caffè anzichè uno, cosicchè gli avventori meno fortunati potessero essere omaggiati di una buona tazza di caffè.

  • kilokal

    Per la dieta

    Una tazzina di caffè, ovvero circa 10 cl., con un cucchiaino di zucchero apportano circa 45 Kilocalorie.